Neuro_Revolution

Neuro_Revolution

pratiche artistiche, neuroscienze e tecnologia nella società in rete
OPEN CALL PER ARTISTI UNDER 35



Neuro_Revolution è un progetto di residenze d’artista che indaga l’impatto delle nuove tecnologie della comunicazione e dell’informazione sulle persone e la società. Realizzato da AiR Trieste con il sostegno del MiBAC e di SIAE, nell’ambito del programma “Per Chi Crea”, e organizzato in collaborazione con NABA, Nuova Accademia di Belle Arti e la Scuola di alta formazione di Fondazione Modena Arti Visive,  Neuro_Revolution si svolgerà a Trieste in sinergia con ESOF2020, la più rilevante manifestazione europea focalizzata sul dibattito tra scienza, tecnologia, società e politica.

Partendo dal concetto di bioipermedia, definito da Giorgio Griziotti come “l’ambiente in cui interagiscono corpi, vite, macchine, reti, codici, dati, flussi, territori e tempo”, Neuro_Revolution propone una riflessione sulle conseguenze che la diffusione capillare delle nuove tecnologie ha sull’essere umano. La costante possibilità di accesso a Internet e la continua esposizione a stimoli provenienti dalla rete hanno radicalmente mutato le modalità di percezione del mondo e di interazione col reale, insieme alla struttura stessa dello spazio-tempo, modificando i comportamenti delle persone e il loro modo di vivere.

Sei artisti under 35 selezionati tramite open call sono invitati a trascorrere, a coppie, un mese in residenza a Trieste, dove verranno inseriti in un percorso formativo che prevede il coinvolgimento di figure di riferimento di ambito artistico, scientifico e culturale. Tra queste: Vuk Ćosić (net.artist e curatore), Paolo Gallina (docente di Meccanica Applicata all’Università di Trieste), Giorgio Griziotti (ingegnere informatico e teorico sociale), Francesca Lazzarini (direttrice
AiR Trieste e responsabile del progetto), Claudia Löffelholz (responsabile della Scuola di alta formazione FMAV), Domenico Quaranta (critico e curatore), Marco Scotini (NABA Arti Visive Department Head), Gaia Tedone (curatrice).

Il programma affronterà i fenomeni in questione creando delle intersezioni tra pratiche artistiche, teoria critica e ricerca scientifica. Attraverso queste lenti concettuali, l’esperienza delle residenze ruoterà attorno ad alcune domande chiave: come viene modificata la mente umana dalle nuove tecnologie e quali le conseguenze a livello sociale? Come usare le tecnologie in funzione emancipatoria? In che relazione, infine, possono porsi le pratiche artistiche con le metodologie della ricerca scientifica per rispondere a queste domande?

A partire dalla residenza, e nei mesi a venire, gli artisti dovranno ideare e produrre delle opere inedite. Saranno seguiti, lungo tutto il processo formativo e creativo, da tutor qualificati e supportati a distanza dalle figure che hanno incontrato nel corso delle residenze. Le opere realizzate dagli artisti saranno infine esposte in una mostra a Trieste e presentate nel corso di due incontri pubblici a Modena e Milano.

Scarica il bando completo


a chi è rivolto


Saranno selezionati 6 artisti residenti in Italia di età non superiore ai 35 anni (definiti da bando SIAE “Per Chi Crea”, come persone che non avessero ancora compiuto 36 anni alla scadenza del suddetto, ovvero il 05.04.2019).


il percorso


Il progetto si compone di tre principali fasi:

  • incontro iniziale di formazione intensiva. Rivolto ai 6 artisti selezionati, si svolge nelle giornate del 14 e 15 novembre 2019 e si compone di due momenti: il primo dedicato ad una disamina delle pratiche artistiche che affrontano queste tematiche, il secondo ad un inquadramento del tema in termini filosofico/scientifici.
  • residenza a Trieste. Nel corso del mese di residenza a Trieste, gli artisti saranno inseriti in un percorso di formazione che prevede: un workshop con un artista o curatore di rilievo, incontri con scienziati e neuroscienziati sui temi e le metodologie della ricerca scientifica, visite a laboratori e strutture di ricerca, visite a luoghi d’interesse della città. Gli artisti saranno inoltre supportati nel processo di ricerca e ideazione dei loro lavori dallo staff di AiR Trieste e potranno avvalersi della consulenza delle figure professionali incontrate nel percorso formativo. 
  • mostra e presentazioni. Le opere realizzate all’interno del progetto saranno esposte in una mostra collettiva nella galleria MLZ Art Dep nell’ambito dello Science in the City Festival di ESOF2020. La mostra sarà preceduta da due presentazioni pubbliche a Milano e a Modena.


calendario


13 ottobre 2019 alle ore 12.00 ora italiana chiusura del presente bando

21 ottobre 2019 pubblicazione dei risultati

14 / 15 novembre 2019 incontro iniziale 

16.11.19 / 15.12.19 prima coppia di artisti in residenza 

07.01.2019 / 08-02-2019 seconda coppia di artisti in residenza

10.02.2020 / 09.03.2020 terza coppia di artisti in residenza

10.03.2020 / 01.06.2020 review dei lavori a distanza

entro il 30.06.2020 presentazioni a Milano e Modena

entro l’11.07.2020 inaugurazione mostra alla MLZ Art Dep, Trieste

 


come partecipare


Inviare all’indirizzo e-mail airtrieste@gmail.com, entro e non oltre le ore 12.00 (ora italiana) del 13
ottobre 2019, i seguenti materiali:
portfolio aggiornato, completo di CV e contatti (nome e cognome, indirizzo, telefono, e-mail), in
formato PDF;
lettera motivazionale/proposta progettuale (max. 2.000 caratteri spazi inclusi) che inquadri la
propria ricerca artistica all’interno del framework teorico proposto e delinei le possibili prospettive di
ricerca e di formalizzazione delle opere;
copia di un documento di identità in corso di validità che attesti i requisiti richiesti.

La documentazione non deve superare il peso complessivo di 10 MB pena la non ammissibilità alla selezione.

Si chiede la cortesia di rinominare i file nel seguente modo:
NR_Nome_Cognome_documento (es. NR_Mario_Rossi_Portfolio)


la selezione


Sei artisti saranno selezionati da una giuria composta da:
Francesca Lazzarini (direttrice AiR Trieste e responsabile del progetto), Claudia Löffelholz (responsabile della Scuola di alta formazione FMAV), Marco Scotini (NABA Arti Visive Department Head), Gaia Tedone (curatrice), Marco Lorenzetti (direttore MLZ Art Dep).
Il giudizio della giuria è insindacabile e inappellabile, così come l’assegnazione dei periodi di residenza a cura dell’organizzazione.


premi e borse di studio


Tutti gli incontri di formazione, i workshop ed il tutoraggio sono da considerarsi completamente gratuiti per gli artisti selezionati. Inoltre, saranno garantiti loro:
– copertura delle spese di viaggio;
– alloggio per incontro di formazione iniziale, mese di residenza, allestimento e inaugurazione della mostra conclusiva;
– borsa di produzione per la realizzazione di opere inedite a conclusione del progetto di formazione e residenza, da esporre nella mostra in programma presso MLZ Art Dep, di euro 1.000,00 lordi;
– borsa per la copertura delle spese ordinarie e di vitto durante il mese di residenza a Trieste di euro 500,00 lordi.

L’erogazione del contributo è da considerarsi vincolata alla presenza e alla partecipazione attiva al progetto in tutte le sue parti, comprese comunicazione e realizzazione delle opere.

Non sono previsti, invece, rimborsi per quanto concerne la presenza alle presentazioni pubbliche a Modena e Milano, da considerarsi quindi facoltativa per gli artisti selezionati.


credits



Ufficio Stampa: THE KNACK STUDIO / Tamara Lorenzi
tamara@theknackstudio.com / +39 347 0712934
info@theknackstudio.com / www.theknackstudio.com

Scarica il comunicato stampa